Il Parco Rurale di Anaga a Tenerife

pubblicato in: Europa, Trekking | 4

Sotto le municipalità di Santa Cruz de Tenerife, La Laguna e Tegueste si trova il polmone verde dell’isola: il Parco Rurale di Anaga. Dal 2015, questa incredibile area è riconosciuta dall’UNESCO riserva della biosfera (pagina in inglese).

Anaga si estende nella parte nord est di Tenerife ed è formata dalle montagne Macizo de Anaga e dalla foresta Mercedes. Ha un’estensione di quasi 150 km quadrati e un’altitudine che varia dal livello del mare a 1024 metri. L’intero parco è nato da un’eruzione vulcanica più o meno 7-9 milioni di anni fa.

Immagine Pinterest: il parco rurale di Anaga nel nord di Tenerife

Cruz del Carmen

Cruz del Carmen è il centro del Parco di Anaga, non solo perché da qui partono decine di percorsi, ma anche perché proprio in questo meraviglioso punto panoramico si trova un funzionale centro turistico. Oltre ad un bar, un parcheggio e un belvedere, infatti, potete fare domande e chiedere mappe al centro informazioni.
Come spesso accade in posti simili, l’approccio dipende molto da chi vi trovate davanti. Menziono questo fatto semplicemente perché l’ultima volta che sono passata da qui, ho incontrato un impiegato che aveva chiaramente voglia di chiacchierare. Avete fretta? Tornate un altro giorno! Per ogni cliente il tipo non si risparmiava né in informazioni né in chiacchiere da bar!

Hiking nel Parco di Anaga

Per chi visita Tenerife (o le altre Isole Canarie) solamente per mare e spiagge, si perde almeno metà della bellezza di queste terre. Proprio a Tenerife c’è il punto più alto di tutta la Spagna, il vulcano Teide, mentre il Parco di Anaga è un vero e proprio paradiso per chi ama camminare in montagna.

Fitta foresta nel parco rurale di Anaga, Tenerife
Uno dei boschi di Anaga

Qui c’è opportunità di camminare veramente per tutti. Proprio a Cruz del Carmen, ad esempio, partono un paio di percorsi brevi adatti anche a disabili e passeggini. Sono sentieri circolari di 20-30 minuti con pavimentazione in legno praticamente in piano. Interamente nel bosco, passano per un paio di punti panoramici davvero interessanti.

Cruz del Carmen – Punta del Hidalgo

Una passeggiata che mi è piaciuta molto perché molto variegata, è stata quella dal centro informazioni di Cruz del Carmen a Punta del Hidalgo. Si parte in alto, a 920 metri di altitudine, nella fitta foresta che spesso è avvolta nelle nuvole. E si scende. Si scende per 10 chilometri fino alla costa, proprio accanto alla spiaggia.

Costa frastagliata con mare agitato vicino a Punta del Hidalgo
Il mare vicino a Punta Del Hidalgo

Il sentiero attraversa un ambiente che diventa pian piano sempre più brullo, passando dalla foresta fino a zone completamente rocciose e chiaramente di formazione vulcanica. Sulla strada si incontrano anche un paio di paesini e punti panoramici nei quali vale la pena fermarsi qualche minuto. A metà trekking, a Chinamada troverete un buon ristorante, la cappella Ermita de Chinamada con una fontanella d’acqua fresca per riempire la borraccia e, con una deviazione di pochi minuti dal sentiero principale, anche un fantastico belvedere, il Mirador Aguaide. Da qui c’è una meravigliosa vista sulla costa Nord di Tenerife, nonché su Punta del Hidalgo che da quassù sembra ancora lontanissima!

L’intero trekking si percorre in circa 4 ore e non è particolarmente impegnativo. Ma mi sento di sconsigliare vivamente questi 10 chilometri in discesa a chi ha problemi alle ginocchia.

Taganana

Meraviglioso paesino sperduto nel nulla, Taganana è il punto finale di vari sentieri. Io ho camminato da Cruz de Taganana fino alla costa nord di Tenerife, percorrendo forse un terzo del sentiero completo che passa anche da Afur, uno dei più lunghi del Parco di Anaga. Nella parte alta del cammino, si attraversa un bellissimo bosco fresco e molto ripido. Questa parte è conosciuta come las vueltas de Taganana, perché il sentiero compie continui “tornanti” tra gli alberi aggrappati al terreno scosceso.

Uno dei boschi di Anaga a Tenerife: sentiero a tornanti per scendere verso Taganana, chiamato Las Vueltas.
Las Vueltas di Taganana

Più in basso, verso la costa e vicino ad Taganana, il panorama diventa arido con una bella vista sul mare. Qui il percorso passa tra i campi a terrazze, costeggiato da muretti di pietra e case.

Esistono anche percorsi costieri, interessanti per i panorami mozzafiato, ma sconsigliati nei caldi giorni estivi per mancanza di ombra.

strada ciottolata del paesino di Taganana
Taganana

El Batan

Vorrei menzionare anche una zona del parco che mi affascina in modo particolare: El Batan. L’ho scoperto la prima volta che sono andata a camminare in Anaga e mi è entrato nel cuore. Tecnicamente è un paesino addormentato nell’omonima verdissima vallata, con pochi abitanti, per lo più contadini che lavorano la terra a terrazze. Si può raggiungere camminando per 4-5 km da Cruz del Carmen ed è pieno di sentieri che lo attraversano in lungo e in largo. Un punto d’arrivo al quale potete mirare è la chiesetta Ermita de la Virgen de Candelaria. E’ un buon punto panoramico e c’è un bar poco lontano, nel paesino di neanche 300 anime.

Vista sulle colline di El Batan, verdissime terrazze coltivate e poche case sparse.
Le terrazze coltivate di El Batan

Come raggiungere e spostarsi in Anaga

Essendo per lo più zona collinare e montana con piccoli villaggi, i mezzi pubblici non sono proprio il massimo. Esistono autobus (da queste parti chiamati guagua) che fanno la spola tra Santa Cruz o La Laguna e alcuni paesini. Li ho presi spesso: costano poco, sono discretamente affidabili e offrono anche dei bei panorami. Ma spesso passano a diverse ore uno dall’altro con non più di 3-4 corse durante i weekend. E alcuni villaggi non sono proprio serviti dal servizio pubblico. Per poterli usare per una giornata ad Anaga, bisogna organizzarsi bene!

Avendo una macchina a disposizione è chiaramente tutto più semplice. Ci sono diversi parcheggi sia nei paesi che all’inizio di alcuni dei principali sentieri. Per fortuna molti percorsi sono circolari e permettono quindi di parcheggiare lì mezzo per poi recuperarlo a fine camminata.


Tutte le immagini di questa pagina sono di proprietà dall’autore e sono quindi protette da copyright.
Alcune possono essere acquistate su Shutterstock e Dreamstime.



4 Responses

  1. Avatar
    beatrice

    Il Covid ha scombinato i miei piani per le Canarie, più vedo e leggo post e foto sulle Canarie più mi rode non essere riuscita a organizzare questo viaggio! uffa! Anche questo Parco è davvero meraviglioso. Mi sono convinta però che per capire qualcosa delle canarie dovrei starci almeno un mese 😀

    • The Lady
      The Lady

      Una settimana per le 2-3 isole più grandi e qualche giorno per le altre. Non so se un mese ti basterebbe! 😀 Secondo i miei piani, a quest’ora avrei già dovuto visitare più o meno tutte e 7 le isole maggiori, e invece sono a DUE!!! :S Piano piano, la terza è in programma per il mese prossimo 😀

  2. Avatar
    Viola

    Che bella Tenerife! Sono stata a Fuerteventura (è stata la mia casa anche durante il periodo del lockdown e ci sono rimasta ben 5 mesi) e a Lanzarote. La prossima volta che torno da quelle parti voglio vedere proprio Tenerife…i suoi paesaggi sono stupendi!

    • The Lady
      The Lady

      E’ decisamente più verde di Lanzarote e, credo, Fuerteventura (anche se quest’ultima ancora mi manca!). Ti piacerà molto! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.